E' stato catturato nel nord del Messico Miguel Angel Trevino, il boss del cartello del narcotraffico Zetas, uno dei criminali piu' ricercati del mondo su cui pendeva una taglia degli Usa di cinque di cinque milioni di dollari. Il quarantenne "Z-40", come e' soprannominato, e' finito in manette dopo un blitz all'alba a Nuevo Laredo, vicino alla frontiera con gli Usa, dopo che un elicottero dei Marines messicani ha intercettato il furgone su cui viaggiava.

Nell'operazione non e' stato sparato neppure un colpo, ha reso noto la polizia. La cattura di Trevino segna un importantissimo successo nella lotta ai narcos per il presidente messicano, Enrique Pena Nieto, insediatosi a dicembre, e un duro colpo per gli Zetas, nati alla fine degli anni '90 da un gruppo di militari d'elite che lasciarono l'esercito messicano per darsi al narcotraffico. Trevino, un criminale spietato noto per i suoi tradimenti e le efferate esecuzioni, aveva iniziato a lavorare per conto del boss cartello del Golfo Osiel Cardenas, da tempo in carcere negli Usa, poi si era unito agli Zetas.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information