Dopo il massacro di stamane all'alba al Cairo di 51 sostenitori di Mohamed Morsi (incluso 1 soldato ucciso dagli islamisti) gli Stati Uniti, massimi sostenitori dei militari egiziani, intervengono e chiedono alle forze armate di esercitare la "massima moderazione" nella gestione dell'ordine pubblico.

La Casa Bianca ha esplicitamente chiesto di evitare rappresaglie, arresti di massa e la chiusura di media, come accaduto subito dopo quello che a Washington non vogliono definire un golpe militare. Da parte sua il dipartimento di Stato ha espresso "profonda preoccupazione" dall'aumento delle violenze.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information