Scontri tra polizia e manifestanti si registrano nelle vicinanze dell'Arena Fonte Nova, lo stadio dove si sta disputando la partita Italia-Brasile, valida per la Confederations Cup, terminata col punteggio di 4-2 per i verdeoro. Gli agenti hanno sparato gas lacrimogeni per disperdere un gruppo di manifestanti che tentavano di forzare il cordone della polizia per raggiungere lo stadio. Non si registrano feriti. La zona è sorvegliata da elicotteri della polizia militare.

La presidente brasiliana Dilma Rousseff schiera l'esercito a protezione di Italia e Brasile, che oggi si affrontano a Salvador per la Confederations Cup. Lo rivela il sito Uol, secondo cui Dilma avrebbe garantito ai vertici del calcio mondiale l'impiego anche delle Forze armate per assicurare il regolare svolgimento della Confederations Cup. La polizia ha chiuso tutte le strade attorno all'Arena Fonte Nova, lo stadio di Salvador dove tra poche ore si disputerà Italia-Brasile per la Confederations Cup. La zona resterà completamente interdetta sei ore prima dell'inizio della partita e fino a due ore dopo il fischio finale. L'accesso è consentito solo alle persone accreditate o munite di biglietto. La polizia teme manifestazioni di protesta in concomitanza con la partita, come avvenuto negli altri incontri della competizione.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information