Accordo raggiunto tra il premier greco Antonis Samaras e il leader del partito socialista Pasok, Evanghelos Venizelos, sulla riforma della televisione pubblica Ert: il governo ha deciso di procedere alla riassunzione di 2.000 dipendenti dei circa 2.700 della 'vecchia' Ert.

Lo riferiscono i media locali. L'accordo prevede che i 2000 riassunti dovranno lavorare per un periodo transitorio di due mesi rinnovabili finché non entrerà in funzione la nuova televisione statale. Nello stesso tempo, il ministero delle Finanze, con un comunicato, ha invitato i dipendenti della vecchia Ert a sgomberare gli uffici nella sede dell'azienda per poter mettere in atto al più presto l'ordinanza del Consiglio di Stato. Si è inoltre appreso che spetterà a una commissione interparlamentare di saggi ed esperti (anche stranieri) valutare quali dipendenti della vecchia Ert saranno riassunti e quali no.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information