Il ministro dell'Internoturco, Muammer Guler, ha avvertito che il previsto sciopero a livello nazionale in segno di protesta per le violenze della polizia e' "illegale". "C'e' un tentativo di portare la gente in strada attraverso proteste illegali come uno sciopero", ha detto il ministro parlando ai giornalisti ad Ankara.

"Voglio precisare che non sara' permesso". Il niet arriva in un momento cruciale e potrebbe inasprire una situazione gia' molto tesa. Proprio oggi, infatti vari sindacati turchi si preparavano a una giornata di scioperi contro il governo. Lo sciopero e' stato proclamato da due federazioni sindacali; e anche le rappresentanze di medici, ingegneri e dentisti hanno preannunciato che i loro iscritti incroceranno le braccia in segno di protesta per lo sgombero forzato di parco Gezi. Intanto si e' diffusa la notizia che c'e' anche un fotografo italiano, Daniele Stefanini, livornese 28enne, tra le persone fermate domenica a Istanbul. Gli scontri tra manifestanti e polizia in varie citta' turche sono stati accompagnati nella notte scorsa da oltre 500 fermi; A Istanbul, Ankara e in varie citta' del Paese i manifestanti si sono scontrati con le forze dell'ordine fino alle prime luci del giorno. Secondo l'Ordine degli Avvocati di Istanbul, solo nella metropoli sul Bosforo sono state fermate circa 390 persone, mentre nella capitale la polizia ne ha arrestate altre 150. Lo sciopero e' stato proclamato da due federazioni sindacali; e anche le rappresentanze di medici, ingegneri e dentisti hanno preannunciato che i loro iscritti incroceranno le braccia in segno di protesta per lo sgombero forzato di parco Gezi.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information