"Nuove iniziative europee per fronteggiare l'emergenza della disoccupazione giovanile". Ad annunciarle, in un'intervista al Messaggero, è Laszlo Andor, commissario europeo agli Affari sociali, secondo cui un "nuovo slancio" in Europa potrebbe portare a una svolta.

"Ora c'é un nuovo slancio a livello europeo per implementare le politiche che sono state preparate dalle istituzioni Ue. Su questo punto la Commissione ha già fatto proposte a dicembre: la Garanzia Giovani, l'Alleanza europea per l'apprendistato, l'aumento della mobilità nel mercato del lavoro", rileva Andor, secondo cui adesso c'é "più sensibilità" anche da parte della Germania, "I6 miliardi saranno usati interamente per la Garanzia Giovani nelle regioni in cui la situazione è peggiore, come quelle del Sud Italia. Inoltre, saranno un'aggiunta alle risorse molto più ampie del Fondo Sociale Europeo. Il costo - tra i 1.000 e i 2.000 euro a persona - non è una somma enorme", spiega Andor. "Il problema è che alcune regioni italiane non riescono a implementare i programmi, perché hanno difficoltà a trovare idee o a sviluppare i progetti giusti".

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information