La figlia minore del re di Spagna, Cristina, è stata denunciata dal giudice istruttore di Palma del Maiorca, José Castro, titolare dell'inchiesta sulla Fondazione Noos, nella quale sono imputati il marito, Inaki Urdangarin, e il suo ex socio, Diego Tores, per presunta appropriazione indebita di sei milioni di fondi pubblici. Cristina dovrà comparire davanti al giudice il 27 aprile prossimo.

L'iniziativa del magistrato giunge a cinque giorni dalla consegna di 30 email, da parte di Torres, nelle quali emergerebbero le responsabilità della Infanta nella gestione della Fondazione della quale era presidente il marito e nel cui comitato direttivo l'Infanta Cristina svolgeva il ruolo di segretaria. Contestualmente - secondo quanto riportano i media - il giudice ha rigettato la richiesta di Urdangarin di ritenere non valide, per dubbi sulla loro autenticità, le decine di mail depositate da Torre, principale accusatore dei membri della Casa reale spagnola.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information