I carabinieri hanno arrestato, nell'ambito di un'indagine della Procura di Santa Maria Capua Vetere, il sindaco di Sparanise Salvatore Martiello, 41 anni, con l'accusa di tentata induzione indebita. I fatti riguardano l'organizzazione delle manifestazioni natalizie del 2017-2018, che era stata prima affidata alla Pro Loco di Sparanise con regolare bando; la procedura, in seguito alla presunte pressioni realizzate da Martiello verso il presidente dell'associazione, fu poi revocata e le iniziative affidate - secondo la Procura - a «ditte amiche» del sindaco. Martiello è finito agli arresti domiciliari su ordine del Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. La vicenda è venuta alla luce grazie alla denuncia di un consigliere comunale di minoranza, che aveva segnalato alcune irregolarità commesse dal Consiglio comunale durante la procedura indetta per l'affidamento delle manifestazioni per il Natale 2017-2018.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information