Una piazza Roma gremita, l'entusiasmo delle centinaia di sostenitori e l'affetto dei tantissimi cittadini presenti sotto al palco hanno accolto l’altro ieri sera il candidato sindaco Carlo Grillo e l'intera lista n.3 "SiAmo Piedimonte" nella loro prima uscita pubblica.  Deciso e netto l'esordio dell'aspirante primo cittadino Grillo che, nel fare gli onori di casa, ha subito sgombrato il campo da ogni dubbio e diceria pure circolata all'indomani della formalizzazione della sua candidatura a sindaco: "Non sono l'uomo nè di Carlo Sarro nè di Vincenzo Cappello, sono Carlo Grillo e rappresento me stesso e coloro che credono nella mia persona e nella mia storia personale e professionale. Non mi faccio mettere il cappello in testa da nessuno perché ho l’età e lo spirito giusto per affrontare al meglio questa sfida. Non ho nessuno dietro, non ho sponsor politici tanto è vero che la nostra è una lista civica ed apartitica, e posso contare sul solo sostegno delle cittadine e dei cittadini della comunità piedimontese cui fieramente appartengo. È a loro che intendo rispondere del mio operato se eletto sindaco, è verso di loro che mi sento responsabile già da ora per le risposte che merita la città in questa delicata situazione politica ed amministrativa".  Tante le questioni affrontate da Grillo nel suo intervento, non prima di aver spiegato le motivazioni che l'hanno spinto a scendere in campo in vista del voto amministrativo di domenica 11 giugno, e di aver presentato i singoli componenti della sua lista "SiAmo Piedimonte": Cristina Caso, Loredana Cerrone, Paolo D’Acunzo, Nicola De Girolamo, Angela De Lellis, Gerardo De Rosa detto Tonino, Leo Di Lella, Angelo Pietro Fontana detto Pierangelo, Marcellino Iannotta, Domenico Landini, Giuseppe Loffredo, Anna Mastrangelo, Sara  Petella, Clotilde Marcellino Riccitelli, Paolo Terracciano, Melania Zappa. "Ho scelto di mettermi in gioco e di impegnarmi in questa sfida elettorale e, poi, nel governo locale perché la città è praticamente morta, avendo perso da tempo il ruolo centrale di capoluogo del Matese e di comune capofila rispetto ai limitrofi paesi dell'Alto Casertano. Non potevo certo voltare lo sguardo altrove e restare indifferente. Piedimonte è la città che amo, in cui vivo ed in cui mi piace stare e trascorrere il mio tempo libero, e la richiesta di aiuto arrivata da tanti cittadini delusi ed amareggiati per lo stato in cui versa la nostra comunità, è stata la molla che mi ha fatto fare uno scatto di orgoglio quale atto di amore e riconoscenza verso la mia città", ha dichiarato tra gli applausi il candidato sindaco di "SiAmo Piedimonte". Tra i diversi punti programmatici illustrati, Grillo si è soffermato in particolare sulla questione delle bollette Tari che sta scatenando tante proteste da parte dei cittadini negli ultimi giorni; sulla vivibilità, il decoro urbano e l'ambiente; sulla gestione del sistema dei parcheggi e del traffico cittadino; sulle varie opere incompiute come il parcheggio interrato di piazza De Benedictis, la villa comunale, l'istituto Agrario "Scorciarini Coppola", il Palazzo Ducale, Bocca della Selva e gli impianti scioviari da rilanciare, l'Ospedale AGP da tutelare e potenziare grazie ad una sinergica azione politica che recuperi al comune di Piedimonte un ruolo centrale ed autorevole in grado di difendere  "Ognuna di queste questioni rappresenterà una vertenza da aprire e risolvere in tempi brevi ed in maniera concreta da parte della mia Amministrazione comunale che saprà farsi valere e far sentire la propria voce nelle sedi competenti per garantire a Piedimonte Matese la giusta considerazione ed un'adeguata attenzione a livello istituzionale e politico.  Saremo in grado di ottenere le risposte migliori perché io e la mia squadra avremo autorevolezza e competenze necessarie ad affrontare tali problematiche che incidono sulla vivibilità e fruibilità della nostra città, e di questo posso garantire in prima persona perché posso vantare alle mie spalle una squadra di altissimo livello e capace di difendere i bisogni dei cittadini", ha concluso Grillo.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information