Gricignano - Le scolaresche delle classi Terze, circa 100 alunni, della secondaria “G. Pascoli”, uno dei Plessi dell’Istituto comprensivo “F. Santagata” di Gricignano di Aversa hanno partecipato con vivo interesse e grande entusiasmo all’iniziativa, promossa dall’Associazione “Libera” di don Ciotti “Risaliamo sui tetti, Riannunciamo parole di Vita”: una delle due giornate di manifestazioni, che si è svolta  durante la mattinata del 18 Marzo a  Casal di Principe, presso la “Casa don Diana”,  un bene confiscato alla camorra, in via Urano della cittadina. Con l’evento formativo, in occasione del 23° anniversario dell’uccisione di Don Peppe Diana, i docenti,   sotto il coordinamento e  l’attenta supervisione del dirigente  scolastico, Prof. Gennaro Caiazzo,  hanno inteso sensibilizzare  gli alunni  di tutte le classi in merito allo svolgimento dell’iniziativa, che si conclude con la celebrazione della tradizionale “Giornata  Nazionale della Memoria e dell’Impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie”, promossa dalla stessa Associazione per il  21 Marzo. In particolare, i docenti hanno promosso, nell’ambito dell’educazione alla legalità ed alla responsabilità, interessanti momenti di riflessione e approfondimento sui temi della lotta alle mafie, con le “Fiaccole della Memoria”. Ad accompagnare le scolaresche, oltre i docenti, anche gli alunni della “BGS”, la Banda giovanile studentesca dell’Istituto,  che si è esibita sul palco tra gli applausi dei presenti.  A concretizzare la partecipazione alla manifestazione con vivo e notevole entusiasmo, sono state la prof.ssa Maria D’Angelo, referente del progetto” Legalità -Salute  Ambiente”,  la collaboratrice del DS prof.ssa Pietra De Michele e la coordinatrice delle attività didattiche Mariateresa Sparano,  hanno partecipato  alla manifestazione,  mentre ad accompagnare i ragazzi i docenti Vincenzo Anoldo, Francesco Merone, Raffaella Cristiano, Michela Basile, Ilaria Girfatti. Il programma si è articolato secondo la seguente scansione: raduno di tutti i partecipanti  prezzo la “Casa don Diana”, provenienti da altre scuole, non solo dell’Agro Aversano,  bensì da ogni parte del Paese; i racconti degli studenti; cerimonia di chiusura. Gli alunni di Gricignano  sono stati protagonisti anche di bellissimi momenti,  che hanno allietato la mattinata, attraverso l’esecuzione di brani musicali,  di drammatizzazione, di lettura a tema,  mettendo in evidenza le loro   buone competenze e capacità di espressione. Tra l’altro,  suscitando gli applausi dei presenti, gli allievi hanno presentato un “Monologo di Don Peppe Diana”, liberamente tratto da alcune scene del film “Per amore del mio popolo” e due composizioni musicali, composte dal prof. Vincenzo Anoldo, precisamente l’inno” Vivere”, dedicato alle vittime innocenti della criminalità, e l’Inno dell’Istituto, ed eseguite dalla Banda studentesca, sotto l’attenta direzione del prof. Francesco Merone. Alla manifestazione hanno preso parte anche numerosi genitori degli alunni, i quali hanno assistito all’ interessante evento con grande soddisfazione, mostrandosi orgogliosi della “performance” dei loro figli. A concludere la giornata la consegna da parte degli organizzatori dell’attestato di partecipazione all’Istituzione scolastica..  Al termine della manifestazione le scolaresche ha anche visitato la mostra fotografica  dal titolo “Non invano”, dedicata a tutte le vittime innocenti di tute le mafie “Risaliamo sui tetti” è stato sicuramente il modo più bello e significativo per ricordare  la figura di Don Peppe Diana,  poiché si intende portare avanti il suo messaggio e il suo insegnamento. Particolarmente soddisfatto per la piena riuscita dell’iniziativa scolastica,  il  Dirigente scolastico Caiazzo, che ha espresso i personali ringraziamenti a tutti gli allievi, docenti e personale scolastico.  Alla manifestazione sono intervenuti, tra gli altri, Marisa Diana, sorella di Don Peppe Diana;  Valerio Taglione, coordinatore del Comitato “Don Peppe Diana”, e promotore delle iniziative insieme al coordinamento provinciale dell’associazione “Libera”, alla Diocesi di Aversa, al Comune di Casal di Principe e all’Agesci; d Gianni Solino, referente provinciale di “Libera”; e il  Procuratore della Repubblica di Napoli, il magistrato Giuseppe Borrelli,  che  ha salutato i ragazzi  sottolineando come  il silenzio, sia davvero rotto proprio dallo svolgimento di  belle giornate, come quella del 18 Marzo.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information