Da circa un mese l’Amministrazione comunale di Santa Maria Capua Vetere ha ufficialmente registrato l’adesione all’iniziativa ministeriale “Artbonus” che rafforza ancora di più il ruolo fattivo della città, con le scelte della nuova amministrazione verso la tutela e il rilancio dei suoi monumenti più importanti: Teatro Garibaldi, Arco di Adriano e Il Museo Civico e Archivio Storico presso l’ex istituto Angiulli. Il sindaco Antonio Mirra e L’Assessorato alla Valorizzazione del Patrimonio Culturale della città, nella persona dell’arch. Mariarosaria Giuliano, danno risposte fattive a chi vuole conoscere il destino della cultura e del patrimonio di Santa Maria Capua Vetere. "Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo", recita il D.L. n. 83 del 2014 che disciplina l’ artbonus; cosi privati, imprese e chiunque voglia investire nella cultura saranno agevolati dal credito d'imposta per le erogazioni in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo. Primo fra gli innumerevoli segnali di rilancio del patrimonio culturale della città sammaritana, darà la possibilità a chi effettua donazioni ai tre monumenti sopra citati, di poter usufruire di importanti vantaggi di defiscalizzazione sotto forma di credito di imposta, pari fino al 65%, visibile sul sito http://artbonus.gov.it/ Fabio De Lucia, Capogruppo del movimento Svolta Popolare dice “ C'è stato sempre pochissimo spazio per I problemi del patrimonio culturale, in una parola problemi di una politica per la cultura: dunque al centro dell'attenzione di questa Amministrazione sarà anche la Cultura, partendo dall’Artbonus ". “ Il programma politico di Svolta Popolare sulle scelte di indirizzo con il sindaco Mirra, sono esattamente in linea con la nostra idea di rilancio della città: dunque stiamo lavorando in maniera fattiva e, come ho sempre detto, i fatti sono le risposte. Questo è uno dei tanti obiettivi a cui tendiamo, afferma Fabio De Lucia, e continua: “ Invito dunque tutti quelli che vogliono investire nella cultura e soprattutto investire sul futuro della città a collaborare per riportare al giusto splendore i monumenti che trovate sull’Artbonus. Ringrazio inoltre il nostro assessore che, con grande capacità e discrezione si sta occupando di temi importanti per il futuro del nostro territorio”. Ora vogliamo far ripartire la città, facendo in modo di riacquistare la fiducia dei cittadini e di tutti quelli che ci hanno scelto.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information