RECALE. Nella settimana finale della campagna elettorale, mentre proseguono in tutta la provincia iniziative e convegni che hanno come tema il referendum costituzionale, anche il circolo PD di Recale interviene nel confronto, organizzando per il 30 novembre, alle 18, nella biblioteca comunale, un incontro-dibattito per sostenere le ragioni del Sì, al quale parteciperà Lucia Esposito. «Ci troviamo di fronte ad un momento importante per il futuro delle istituzioni italiane – esordisce il segretario cittadino Michele Lasco – e ad un’occasione da non sprecare per rendere l’Italia un Paese più moderno. La riforma costituzionale, finalmente, semplifica e corregge alcune storture del nostro assetto istituzionale che non ne hanno mai garantito stabilità e governabilità. Innanzitutto, taglia i costi della politica modificando il Senato, abolendo il CNEL, riducendo i compensi dei consiglieri regionali e cancellando le province. Ma – aggiunge Lasco – mi sembrano altrettanto importanti i nuovi strumenti di partecipazione diretta che avranno i cittadini con l’introduzione dei referendum propositivi e di indirizzo: avremo la garanzia che le leggi di iniziativa popolare saranno discusse in tempi certi dal Parlamento, cosa mai avvenuta finora. Anche l’abbassamento del quorum al 50% dei votanti alle ultime elezioni politiche rende più praticabile l’istituto dei referendum abrogativi, ed evita che siano invalidati per mancanza del quorum, come è successo fin troppe volte con un enorme spreco di tempo e di risorse. Il testo contiene questo e tanto altro – conclude Lasco – e il 30 novembre, al di là di come decideranno di votare domenica, proveremo a dare ai cittadini quante più informazioni possibili per un voto consapevole». Già la settimana scorsa il circolo dem, insieme ai Giovani Democratici, ha allestito un gazebo in Piazza Matteotti, distribuendo un bel po’ di materiale informativo. «Abbiamo riscontrato che i recalesi hanno voglia di entrare nel merito e di conoscere i termini della riforma – ribadisce Michele Landolfo, segretario GD – e la cosa non ci ha affatto sorpresi. Sta prevalendo la consapevolezza del voto sui contenuti della riforma e va sempre più scemando l’errata personalizzazione su Renzi. Noi fino a venerdì continueremo la nostra campagna per il Sì, mantenendo viva la discussione sulle modiche della Carta e l’incontro con Lucia Esposito sarà una occasione per coloro che ne vogliono sapere di più».





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information