"Continuano le iniziative promosse dall’Associazione #nonseisola in occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Anche quest’anno i giovani operatori del centro d’Ascolto hanno tenuto incontri di riflessione, informazione e sensibilizzazione con gli studenti all’interno delle scuole. In prima linea l’ISISS “E. Mattei” di Aversa, che con grande impegno dei ragazzi ha messo in campo competenze e attività per manifestare l’impegno contro la violenza. Splendidi i video e i progetti fotografici presentati dagli studenti per l’occasione, in cui mostrano il loro punto di vista e le loro idee in merito al problema della violenza. Altamente educative anche le iniziative promosse con gli studenti delle scuole secondarie di I grado: l’I.A.C. “G. Parente” di Aversa, la Scuola Media “San G. Bosco” di Trentola-Ducenta e l’I.A.C. di Carinaro. Gli incontri dal titolo “Educare alle differenze. Oltre gli stereotipi di genere”, sono stati rivolti agli studenti delle classi terze al fine di informare e sensibilizzare gli alunni sul tema della violenza sulle donne. La discussione è stata rivolta all’analisi e alla condivisione di tematiche particolari che hanno suscitato la riflessione degli studenti, riconducendo il problema della violenza alle sue radici culturali, che insistono sugli stereotipi e sulle discriminazioni di genere. Le iniziative hanno avuto un riscontro più che positivo, i ragazzi hanno interagito con le operatrici in modo responsabile e interessato, maturando riflessioni personali e dimostrando grande entusiasmo e mostrando i lavori preparati per l’occasione. “Sono stati momenti di grande emozione – commenta la Presidente Teresa d’Aniello, che ha tenuto l’iniziativa presso l’Istituto “G. Parente” di Aversa – è stato bello vedere come gli studenti si siano dimostrati interessati e attenti alle tematiche affrontate. Da tempo ormai abbiamo intrapreso questo percorso con gli alunni perché riteniamo che sia fondamentale partire dai giovani, che sono il nostro futuro. Bisogna educare, informare e sensibilizzare gli studenti su una tematica così complessa come quella della violenza di genere. Quest’anno abbiamo pensato di fare un percorso che analizzasse l’origine del problema, che indagasse le ragioni per cui ancora oggi esistono disparità di genere. Per questo motivo abbiamo spiegato ai ragazzi cosa significa parlare di stereotipi, di differenze di genere, abbiamo analizzato con gli studenti favole e pubblicità che rispecchiano l’atavica differenza che, purtroppo ancora oggi, divide gli uomini dalle donne. Educare alle differenze è un passo importante, uno step essenziale per poter analizzare il problema della violenza in tutte le sue forme. Possiamo ritenerci più che soddisfatti del lavoro svolto anche quest’anno, e siamo già pronti a mettere in campo nuove iniziative aperte alla cittadinanza”. A chiudere un’intensa settimana di attività l’affollatissimo convegno organizzato dall’associazione tenutosi domenica 27 Novembre presso l’Hotel del Sole durante il quale autorevoli relatrici hanno trattato il delicatissimo tema “L’altra faccia della violenza”, per cercare di individuare le strategie e le modalità di intervento per gli orfani del femminicidio, vittime troppo spesso dimenticate. Molto interessante e stimolante l’intervento della Presidente del Comitato Unicef di Caserta, Emilia Narciso, che in modo concreto ha ripercorso i diritti dell’infanzia e dei minori. Preciso e dettagliato il contributo offerto dal Sostituto Procuratore del Tribunale Napoli Nord, Diana Russo, che oltre ad evidenziare le strategie e le norme che regolano l’affidamento e la presa in carico dei minori, ha condiviso con il pubblico alcune delle sue esperienze di casi di maltrattamenti in famiglia, in cui troppo spesso i figli erano vittime e testimoni dei tremendi accaduti. Toccante infine l’intervento della Sociologa Teresa La Vedova, che ha regalato ai presenti emozionanti racconti riguardo la sua esperienza all’interno della casa-alloggio per minori, commuovendo tutti con la storia di J. L’incontro si è concluso con la cerimonia di consegna degli attestati ai tanti nuovi soci che hanno partecipato al corso di formazione per operatori d’ascolto organizzato e promosso dall’associazione #nonseisola nell’anno 2016. Il Senatore Lucio Romano ha, infine, consegnato le targhe per i soci onorari nominati dall’associazione, in segno di riconoscimento per il sostegno, la vicinanza e la disponibilità dimostrata a Don Emilio Nappa, al Prof. Fortunato Allegro, alla dott.ssa Diana Russo e al Notaio Gaetano Giuliano. “Un ringraziamento speciale – conclude la presidente – va a tutti coloro che hanno condiviso con noi questa esperienza, ai rappresentanti delle forze dell'ordine del territorio per la costante presenza e per la collaborazione nel prevenire e combattere il fenomeno della violenza,alle tante realtà associative presenti e soprattutto a Margherita Sarno, giornalista e scrittrice, che ha egregiamente moderato l’incontro e ai tanti studenti dell’istituto “R. Drengot” di Aversa, coordinati dalla prof.ssa Tecla Russo, che hanno collaborato egregiamente all’organizzazione del convegno.”





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information