Pin It

Un’incredibile partecipazione al seminario sul tema “Disabilità e volontariato” all’auditorium del centro direzionale di Napoli organizzato dalla Eco Società Cooperativa Sociale Onlus. All'evento che si è svolto il 4 novembre erano presenti più di 600 persone tra operatori del settore, associazioni e interessati alla tematica che sono stati ben lieti di presenziare. Un convegno che fin dalla sua apertura ha stupito ed emozionato la platea gremitissima perché, pur essendo ricco di relatori di alto spessore, non ha avuto carattere prettamente accademico ma è stato caratterizzato da un divenire emozionale ed una partecipazione di intenti davvero senza precedenti. Si è parlato di concretezza, di esperienze personali e di prospettive future. Si è altresì interagito con i partecipanti che hanno potuto esporre argomenti ritenuti rilevanti. Il convegno è iniziato con la visione di un video a luci spente molto coinvolgente che è servito a sciogliere il ghiaccio. A fare gli onori di casa il presidente della Cooperativa Eco Sofia Flauto. La Flauto si è spesa tanto affinché la manifestazione riuscisse alla perfezione e ha raggiunto l’obiettivo: entusiasti tutti coloro che sono stati partecipi. Infatti è da sottolineare come ogni relatore non abbia seguito solo una scaletta predefinita, ma si è interfacciato con spunti di riflessione che sono scaturiti man mano istaurando un dibattito aperto. Ogni relatore si è lasciato coinvolgere dagli interventi degli altri in modo che si creasse un clima positivo, di civili intenti, un clima del fare e del costruire, mai del demolire. Tutto indirizzato al fine di inquadrare nuove traiettorie di coesione sociale per una politica di inclusione e valorizzazione delle differenze. Su questo è intervenuta Lucia Fortini, assessore all’Istruzione, alle Politiche Sociali, e alle Politiche Giovanili della Regione Campania. Fortini con impegno e carisma costantemente rilancia, come anche il presidente della Eco Flauto, sui servizi e le politiche sociali affinché si concretizzi la coesione sociale a garanzia dei diritti di tutti e in special modo delle fasce deboli. Flauto ha spiegato che simbolica è stata anche la scelta della data in cui svolgere l’iniziativa. “La manifestazione è stata intenzionalmente pianificata a cavallo tra due giornate molto importanti: la Giornata internazionale delle persone con disabilità (che è stata celebrata il 3 dicembre come ogni anno), proclamata nel 1981 con lo scopo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili, e la giornata mondiale del volontariato designata dalla risoluzione 40/212 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite del 17 dicembre 1985 (che ricorre il 5 dicembre di ogni anno). L’obiettivo dei nostri incontri di informazione e formazione è quello di riconoscere, incontrare e valorizzare le realtà dei diversi territori in cui operiamo – dalla scuola ai servizi sociali, dalle famiglie ai professionisti, dagli enti pubblici ai gruppi informali – e instaurare con loro relazioni stabili e sistematiche favorendo così processi di co-progettazione e di sostenibilità nel lungo periodo”. Per i saluti istituzionali sono intervenuti il direttore generale dell’Asl Na2 Nord Antonio D’Amore e il Presidente Fondazione Polis Don Antonio Palmese. Autorevoli i relatori che hanno offerto il proprio contributo al tema: Paolo Barba, presidente Commissione Diritto Penale dell’Economia presso O.D.C.E. di Caserta, Nino Di Maio, membro del direttivo nazionale del Forum delle Associazioni Familiari e co-promotore del Forum Disabilità, Gennaro Izzo, docente universitario c/o Università Suor Orsola Benincasa e dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Porfidio Monda, direttore generale Azienda Consortile Agro solidale e Annamaria Silvestri, psicologa e psicoterapeuta. A moderare l’evento Mariagiovanna Capone, giornalista professionista per “Il Mattino” e per il settimanale “Oggi”.

Si sono ascoltate le importanti testimonianze poi di Angela Procida, campionessa mondiale di nuoto paraolimpico e di Christian Cataneo, giocatore di tennis in carrozzina. Le loro storie possono ispirare tante persone a dare una svolta decisiva alla propria vita. Flauto ha commentato la buona riuscita dell’evento. “Sono stati giorni di intensa attività e coinvolgimento, che hanno visto un proficuo confronto e un interessante scambio di idee dal valore nettamente professionale con l’Assessore Lucia Fortini e con la Fondazione Polis a cui va uno speciale e sentito ringraziamento per il successo ottenuto. Abbiamo apprezzato particolarmente anche le critiche, perché sono state costruttive e indispensabili per il proseguimento della nostra attività”. La fondazione Polis è lo strumento operativo della Regione Campania per l’aiuto delle vittime innocenti sella criminalità e la valorizzazione dei beni confiscati alla camorra. La fondazione sostiene le vittime di tutti i reati intenzionali violenti attraverso una serie di attività. Inoltre sulla base di apposito protocollo d’intesa siglato con l’Ordine dei Giornalisti della Campania, svolge un’intensa attività di comunicazione e sensibilizzazione sui temi della legalità, che vede nelle scuole, nei giovani e nel mondo dell’infanzia e dei minori l’interlocutore privilegiato. Continua poi Flauto sulla lodevole iniziativa. “L’affluenza è stata eccellente così come la partecipazione degli addetti ai lavori, visibilmente interessati agli argomenti affrontati e convolti emotivamente dalle esperienze raccontate. Siamo inoltre rimasti piacevolmente colpiti dalla partecipazione e confronto dei molti rappresentanti del terzo settore, delle professioni, del mondo accademico e delle istituzioni che hanno contribuito a tenere vivo il dibattito apportando suggerimenti concreti al fine di migliorare ulteriormente il grande lavoro fatto dalla Regione Campania a favore delle fasce deboli e del mondo delle Associazioni, pilastro fondamentale del territorio. Auspichiamo che la Cooperativa Eco seguiti ad essere portavoce dei diritti di ciascuno e di tutti e che a questo avvenimento ne susseguano molti altri della stessa portata. La partecipazione ed il confronto devono necessariamente continuare ad essere il motore principale per costruire una comunità resiliente”. L’evento è stato patrocinato oltre che dalla Regione Campania e la Fondazione Polis, dall’Ordine degli Psicologi della Campania e Apei (Associazione Pedagogisti Educatori Italiani).

Valentina Piermalese

GUARDA IL VIDEO





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information