Errore
  • DB function failed with error number 145
    Table './CAMPANIANOTIZIE/jos_vvcounter_logs' is marked as crashed and should be repaired SQL=SELECT MAX(time) FROM jos_vvcounter_logs
  • DB function failed with error number 145
    Table './CAMPANIANOTIZIE/jos_vvcounter_logs' is marked as crashed and should be repaired SQL=INSERT INTO jos_vvcounter_logs (time, visits, guests, members, bots) VALUES ( 1594283490, 785, 711, 0, 74 )

Chi non ricorda la favola del “Pifferaio magico”, che fece sparire i bambini perché gli adulti non avevano mantenuto la parola? Si è rifatta alla favola dei fratelli Grimm la manifestazione di fine anno della Scuola “Gianni Rodari” di Villaricca.

Ieri ed oggi in scena “I Bambini di Hamelin”, uno spettacolo ideato e  realizzato dalla vulcanica insegnante Antonella Bellissimo, che in modo armonico ha coordinato la regia di tutti i laboratori  realizzati nel corso dell’anno scolastico facendoli confluire in un unico  contenitore finale. Ciò grazie alla collaborazione delle insegnanti della scuola ed alla dirigente Maria Pia Ciccarelli, che ha assistito emozionata a tutta la manifestazione: “Se la parola d’ordine è “collaborazione” allora si raggiungono grandi risultati”.

Presenti all’iniziativa anche il vicesindaco Francesco Mastrantuono e il sindaco Maria Rosaria Punzo: “Un plauso ed un apprezzamento  per il lavoro fatto dalla Dirigente nell’accoglimento e nella promozione di queste attività, che concorrono alla crescita equilibrata dei nostri ragazzi. – afferma il sindaco PunzoL’Amministrazione lavora a stretto contatto con le scuole cittadine, perché impegnate in prima linea nella formazione dei nostri cittadini del domani.”

Dopo una colorata ed emozionante sfilata dei laboratori, gli alunni della scuola dell’infanzia e di quella primaria,  sono saliti sul palco del teatro “Clelia D’Altrui” per la rappresentazione teatrale   “I Bambini di Hamelin”, una sorta di invito in musica e parole a tutelare e  da proteggere i bambini, per garantire ad ognuno di loro, una crescita serena. Un impegno a cui sono chiamati gli adulti, che, però, molto  spesso sono gli autori di scelte irresponsabili con gravi ricadute sui più piccoli.

 





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information