Nuovi dettagli sulla complessa organizzazione dei cromosomi, le molecole custodi dell'informazione genetica. Una nuova ricerca del Curie Institute e dell'University of Massachusetts Medical School negli Stati Uniti, rivela infatti come, durante lo sviluppo, i cromosomi si ripieghino in una serie di "gomitoli" che mettono assieme gruppi di geni in contatto tra loro per poter agire in maniera combinata.

"I cromosomi sono molecole grandi, se le allungassimo misurerebbero quanto un braccio. Tuttavia vengono contenute nel piccolo nucleo di ogni cellula, piegandosi in vari modi", ha spiegato Edith Heard, a capo dello studio pubblicato su Nature. "Il loro ripiegamento non e' casuale, e ora abbiamo scoperto che certi ripiegamenti sono importanti per garantirne il funzionamento". Il pattern di pieghe in un cromosoma puo' infatti mettere a contatto fino a 10 geni, normalmente distribuiti lungo la lunghezza e a volte separati da milioni di paia di basi di Dna. "Questi raggomitolamenti funzionano come una sorta di scorciatoie nel cromosoma, permettendo alla cellula di avere i geni necessari da attivare o disattivare in un'unica area. Cio' ci porta sempre piu' vicini a comprendere la complessa organizzazione dei cromosomi", ha aggiunto Heard.





Leggi anche: