Piedimonte Matese- Un incontro urgente, in particolare, per sapere lo stato d’arte del problema dell’istituto agrario. E’ quanto ha chiesto “Cittadinanzattiva” sia a livello nazionale che locale. Adriana Bizzarri coordinatrice nazionale della scuola e Margherita Riccitelli referente locale hanno presentato la richiesta alla assessora regionale, Lucia  Fortini. Un incontro- in tempi brevi- per illustrare i programmi che da 15 anni l’associazione ha avviato sul tema della sicurezza degli edifici scolastici e di cultura della sicurezza ; per conoscere la situazione complessiva dello stato degli edifici e del piano degli interventi nell’anno in corso  e per il prossimo trienni anche in base ai fondi europei. All’associazione, attivissima sui temi civici e già in prima fila per le vicende dell’industriale “Caso”, preme anche sapere le azioni pianificate o avviate in tema di programmi di informazione e formazione per la  valorizzazione e diffusione della cultura  della sicurezza in ambito scolastico. Ma  il  punto  su cui torna a fare battaglia è la drammatica storia dell’Agrario,  che obbliga studenti , docenti e personale non docente a disagi e sacrifici notevoli oltre ad essere ospitati in altre strutture per la  inagibilità della sede storica portata all’attenzione recentemente dalla RAI a causa delle lesioni causate alla struttura dall’evento sismi del 2013. Unico edifico scolastico danneggiato dal terremoto(già prima un’ala della struttura di via monte Muto era recintata e puntonata) con  la scelta  fatta dall’ex giunta provinciale di centro destra  targata Zinzi  di non  inserirla nel protocollo post-sisma. Una questione ancora  aperta  a causa  debolezza progettuale e finanziaria( in corso lavori per una nuova struttura nell’area caiatina)  dell’ente  provinciale che  nonostante i proclami  non è riuscita a risolvere il problema logistico dell’istituto tra i primi ad essere  fondati nel sud d’Italia.

Michele Martuscelli





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information