L’Istituto Comprensivo “Cales – S. D’Acquisto” di Calvi Risorta, diretto dall’attivissima Preside Assunta Adriana Roviello, che ha già ospitato lo storico passaggio della “Fiaccola della Pace”, e che ha ricevuto la nomina di “Scuola di Pace del III Millennio”, ha aderito alla “Catena Umana per la Pace”, idea lanciata dalla testimonial per la Pace Agnese Ginocchio, Presidente del Movimento per la Pace di questa provincia. Nella circolare diramata dalla Dirigente scolastica ed inviata alle Istituzioni locali, associazioni e realtà politiche, si leggeva proprio questo: “…Al fine di promuovere nei nostri alunni l’amore per la Pace e la Giustizia e il ripudio alla guerra ( art. 11 della Costituzione Italiana)…”. Partendo quindi dalla memoria della Shoah, si è inteso lanciare un segnale forte insieme ai giovani che rappresentano il futuro del mondo, contro la guerra in Siria e le guerre in corso, causa di orrori, massacri, stermini e di terrore; un terrore, figlio della sporca guerra, divenuto sempre più incontrollabile. Insieme ai giovani è stata gridata la volontà di impegnarci per la Pace ogni giorno. La strada della Pace è la nonviolenza. L’evento svolto nella mattinata di mercoledi 22 febbraio che ha visto la partecipazione di tutti gli alunni dei vari plessi di Petrulo, Visciano e Calvi ha visto la declamazione di una lettera realizzata dagli alunni della scuola, che, insieme al Sindaco e al Consiglio Comunale junior, verrà fatta recapitare ( e successivamente consegnata a mano) alle Istituzioni rappresentanti del Governo italiano con l’ esplicita richiesta di accogliere le istanze che verranno sviluppate nel suddetto testo. La manifestazione coordinata dalla docente Rossana Delle Fave in sinergia con le docenti di tutti i plessi scolastici e l'animazione di canti e balli curata dalle suore francescane, si é tenuta davanti all’Albero della Pace piantato nell’area antistante il plesso della primaria di Don Milani nella frazione di Visciano. Momento molto intenso quello della declamazione delle richieste dei giovani, seguito immediatamente dalla consegna della “delega per la Pace e i diritti umani” affidata al Consiglio Comunale junior, attraverso il Sindaco Baby Umberto Pio Serio e quindi la consegna della Bandiera della Pace. E' stato il primo “Consiglio Comunale junior” in questa provincia, e in Italia, a ricevere una delega per la Pace. La nomina comporta la formazione alla coscienza di Pace, alla responsabilità, alla cittadinanza attiva, alla conoscenza delle tematiche globali, partendo appunto da quelle locali. Una responsabilità e un impegno in più, rispetto ai già esistenti “Consigli Comunali baby”, di cui i giovani alunni individuati, dovranno farsi carico e lavorare. Ha ricordato Agnese Ginocchio. Per la prima volta in questa provincia, durante il citato evento è stato ricordato nella "Scuola di Pace"diretta dalla Roviello, il giovane ricercatore e attivista dei diritti umani Giulio Regeni. Un giovane che fece delle sue conoscenze un motivo per schierarsi dalla parte dei più deboli, per dare voce a chi non aveva voce e a motivo di ciò subiva continui maltrattamenti. Regeni da ragazzo fu Sindaco junior, oggi diventa un esempio da seguire per tutti i giovani in cerca di veri ideali. Forte ed incisivo il messaggio lanciato in apertura dalla Dirigente scolastica Dott.ssa Assunta Adriana Roviello, che ha evidenziato l'importanza di promuovere sempre, specie in questo tempo investito da violenze, guerre e terrore, la cultura della Pace e della nonviolenza, un impegno che deve partire soprattutto dalla scuola, di cui coloro che rappresentano il futuro, i giovani, devono farsene promotori. Alla Dirigente scolastica Roviello, precedentemente nominata Socia Onoraria del Movimento per la Pace, il Movimento per la Pace nel ringraziare con riconoscenza ha fatto dono del calendario della Nonviolenza sul quale sono riportati tanti personaggi "simbolo" impegnati sul versante della Pace, con testi correlati, che rappresentano un utile materiale di studio e di approfondimento. Quella di mercoledi 22 è stata una grande lezione di cittadinanza e di responsabilità globale. Presenti alla manifestazione la DSGA Antonietta Izzo ed il segretario dell'Associazione nazionale Carabinieri, sezione locale, Peppino De Lucia. Presenti inoltre i rappresentanti volontari giovanissimi del Movimento per la Pace Pasquale Biondi e Benedetta Porceddu. La scuola, ogni Dirigente, ogni docente ed ogni Istituzione deputata alla formazione della coscienza dei giovani hanno il dovere di essere aperti alla Pace e lavorare instancabilmente per la diffusione e l’affermazione di questa grande causa dalla quale dipende il futuro del mondo.





Leggi anche:


Questo sito fa uso di cookie. Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza di navigazione To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information